CICLOSTILATI

MEMORIA DI UNA STRAGE

“Ad integrazione della ricerca sui giovani, ed in considerazione del ruolo che da sempre hanno avuto i sindacati cittadini nella trasmissione alle nuove generazioni del ricordo della strage di Brescia, è stata realizzata una rilevazione mirata a ricostruire il profilo di chi sono oggi i delegati sindacali e di quel è il loro rapporto con gli anni del terrore”. Sono stati compilati n.623 questionari redatti dai delegati iscritti alle tre confederazioni sindacali (CGIL-CISL-UIL).

28 MAGGIO OLTRE LA COMMEMORAZIONE

“Volantone” del C.S.A. Magazzino 47 che rivisita la strage di Brescia ed il percorso rievocativo-processuale che da quel 28 maggio '74 si è dipanato nel corso degli anni successivi. Il CSA ritiene “... necessario riportare la memoria ad un esercizio critico che sia capace di mettere in discussione un'interpretazione, quella “ufficiale”, diventata verità assoluta grazie alla sua continua riproduzione e proposizione”.

A QUARANTANNI DALLA STRAGE DI BRESCIA

Foglio informativo stilato a cura del Coordinamento Studentesco di Brescia per il quarantennale della strage. Il “volantone” è composto dai seguenti paragrafi: Contesto internazionale, La “strategia della tensione”, La lotta di classe a Brescia, Prima della strage, Dopo la strage e Cronologia essenziale.

IL PUNTO CGIL

Foglio informativo della CGIL bresciana dedicato totalmente alla strage di piazza della Loggia, in occasione del 40º anniversario. All'interno un intervento di Francesco Biscione dal titolo “La strategia della tensione, una modalità della lotta politica in Italia” ed un secondo dell'avvocato di parte civile nel processo per la strage di Brescia Federico Sinicato (“La Cassazione riapre la speranza”).

28.5.1974 STRAGE DI PIAZZA LOGGIA

Raccolta di 55 pagine di documenti, articoli giornalistici, volantini e ciclostilati realizzata dal Movimento Studentesco nell'immediatezza della strage di Piazza della Loggia a Brescia il 28 maggio 1974.

STRAGE IN PIAZZA DELLA LOGGIA

Lo scopo del ciclostilato - realizzato dall'A.N.P.I. di Brescia in collaborazione con la Commissione scuola "Dolores Abbiati" - è riassunto nel sottotitolo di copertina "Schede per gli studenti, testimonianze e proposte didattiche".

STATO E SOCIETA' CIVILE

Testo delle conferenze tenute a Brescia il 22 novembre 1980 nel corso del convegno “Stato e società civile negli ultimi dieci anni”. Manifestazione questa organizzata dalla Fondazione Clementina Calzari Trebeschi per discutere del dibattito creatosi a seguito di un altro libro pubblicato (“Risposte ad una lettera. Riflessioni di uomini di cultura su strage e processo di Piazza Loggia”), nel quale 65 personalità esprimono “uno stato di vera ansia, di angoscia di fronte alla situazione che va via via svolgendosi secondo una direzione sempre più aggravantesi”.

ISTITUTO MAGISTRALE "VERONICA GAMBARA"

Il ciclostilato – a cura della biblioteca dell'Istituto “V. Gambara” - realizzato in occasione del maggio 2004, si compone essenzialmente, oltre ad alcuni articoli giornalistici, dei testi nei quali vengono ricordate le biografie delle otto vittime della strage: Clementina Calzari (P.B.), Alberto Trebeschi (C.Faustinelli), Giulietta Bazoli (Gianluigi Berardi), Luigi Pinto (Mario Cassa), Bartolomeo Talenti, Vittorio Zambarda ed Euplo Natali (Giuseppe Ceretti). 

“QUEL GIORNO EFFETTIVAMENTE PIOVEVA”

Dalla presentazione del fascicolo: “La presente bibliografia è costituita da un elenco di libri e di filmati che affrontano il tema della strage. Il nucleo fondamentale è costituito dai documenti posseduti dalla Fondazione Trebeschi che, per ovvie ragioni, costituisce il centro di studio e la raccolta di riferimento privilegiata”.

QUEL CHE RESTA DI UN GIORNO

Il fascicolo realizzato dalla Casa della Memoria in collaborazione con il CENSIS, si è posto l'obiettivo di indagare tra la popolazione studentesca  di Brescia – frequentante il triennio delle scuole secondarie superiori – quanto della strage e degli avvenimenti comunque legati al terrorismo italiano di quegli anni, sia stato acquisito al patrimonio delle loro conoscenze.

1974

Il contenuto del lavoro di Pelizzari è riassunto nelle seguenti affermazioni contenute nella “Premessa” della sua pubblicazione: (ripercorrere) “l'atteggiamento statunitense nei confronti del nostro paese nel periodo segnato dalla strage di piazza Loggia. Oltre ad analizzare i documenti direttamente concernenti l'attentato bresciano, si sono considerati quei materiali prodotti nei periodi precedente e successivo all'esplosione della bomba, nel tentativo di ricostruire parte della complessità di quel quadro storico-politico.

28 MAGGIO '74 LA STRAGE FASCISTA

28 maggio '74. La strage di Brescia. Dossier sul processo di Brescia. Supplemento al “Quotidiano dei Lavoratori” del 23 maggio 1978. A cura di Democrazia Proletaria. Comprende i seguenti paragrafi: 1º I giorni della strage (Un botto orrendo squarcia la piazza – Strage: lo scoppio all'inizio ... - Sta parlando Castrezzati in piazza Loggia, e poi ...

CINQUE ANNI DI POTERE DEMOCRISTIANO

Nel ciclostilato, realizzato dal PDUP di Brescia, “viene analizzata la vicenda processuale e politica di piazza Loggia all'interno del sistema democristiano e della logica delle giunte aperte che per la prima volta coinvolge direttamente anche il PCI. Contributi di Andrea Ricci (Sentenza vicina: i mandanti chi sono?), Roberto Cucchini (La fabbrica e lo Stato), Gianfranco Porta (La risposta dei giovani), Nicola Negretti (Piazza Loggia e la Chiesa bresciana), Ivan Giugno e Giambattista Rossi (28 maggio: una lettura di base)”.

A DIECI ANNI DALLA STRAGE DI PIAZZA LOGGIA

Questo corposo ciclostilato pubblicato nel 10º anniversario della strage traccia un quadro completo della storia italiana del decennio 1974/1984. Si rivisitano gli anni della strategia della tensione, così come gli avvenimenti legati al mondo del lavoro, del sessantotto e dell'autunno caldo. Il testo prende in esame anche il percorso giudiziario conseguente all'eccidio, commentando le sentenze emesse (1º, 2º grado e Cassazione “pista bresciana”) e la nuova istruttoria (“pista milanese” ), al tempo appena abbozzata.

1974 PIAZZA LOGGIA 1984

Questo fascicolo della Fondazione Trebeschi è indirizzato agli studenti delle scuole dell'obbligo. Presenta agli interlocutori schede riassuntive del fenomeno del fascismo storico, del nazismo, dei campi di concentramento, per concludere con un capitolo dedicato all'eversione neofascista nel bresciano, a partire da Piazza della Loggia sino ai primi anni '80.

Pagine

Subscribe to RSS - CICLOSTILATI