FASCICOLO

L’ITALIA PARALLELA

LA MANO DEI SERVIZI SEGRETI DIETRO QUARANT'ANNI DI MISTERI

Dalla presentazione: “Il “Piano Solo” del generale De Lorenzo nel '64, il golpismo di Borghese e della Rosa dei venti, le stragi da Piazza Fontana all'Italicus, Peteano, la P2, l'Operazione Gladio: in questo libro bianco ricostruiamo la tormentata storia degli attentati alla democrazia che hanno insanguinato l'Italia per quarant'anni. Sarà pure che “Gladio” serviva a difenderci dai sovietici ma una cosa è certa: in ognuna di queste drammatiche vicende ricorre, con ossessiva puntualità, il ruolo attivo o di depistaggio dei servizi segreti, dal Sifar al Sismi. E, insieme la “copertura” loro assegnata dal potere politico. Dal dopoguerra in poi ha funzionato una vera e propria “Italia parallela” libera dal controllo delle istituzioni democratiche. E' una storia impressionante di bugie e di violenza per le quali ancora nessuno ha pagato. Rileggiamola”. Di Brescia scrive Chiara Beria d'Argentine a pagina 131, dove all'interno dell'articolo “La strana storia di Carlo Fumagalli”, traccia la storia delle indagini sulla strage, fino alla fine degli anni '90.

Editore:

Autore:

Potrebbe interessarti anche...