PIAZZA FONTANA, NOI SAPEVAMO

GOLPE E STRAGI DI STATO. LE VERITA’ DEL GENERALE MALETTI. PREFAZIONE DI PAOLO BIONDANI
CATEGORIA: FONTANA PIAZZA (STRAGE DI)
NUMERO: F127
CASA EDITRICE: MIMESIS EDIZIONI – https://www.mimesisedizioni.it/libro/9788857541570
COLLANA: PASSATO PROSSIMO 36
AUTORI: SCERESINI ANDREA – PALMA NICOLA – SCANDALIATO MARIA ELENA – BIONDANI PAOLO (PREFAZIONE)
CITTÀ: MILANO/UDINE
ANNO E MESE: NOVEMBRE 2017
ISBN: 9788857541570
ARGOMENTI: MALETTI GIANADELIO  PIAZZA FONTANA  SID  PIAZZA LOGGIA  PECORELLI MINO  LOGGIA P2  AVANGUARDIA NAZIONALE  ORDINE NUOVO
Cosa accadde veramente in piazza Fontana alle 16.37 di quel 12 dicembre 1969? Per quale motivo i servizi segreti intervennero per depistare le indagini? Chi furono i responsabili di questa e delle molte altre stragi che si susseguirono in una micidiale escalation di violenza a cavallo tra la fine degli anni Sessanta e dei Settanta? Perché lo Stato, pur sapendo, non reagì? Dopo oltre 35 anni di latitanza sudafricana, l’ex generale del S.I.D. (Servizio Informazioni Difesa) Gian Adelio Maletti, unico condannato in via definitiva nei processi per la strage di piazza Fontana, accetta finalmente di raccontare la sua verità ai giornalisti Andrea Sceresini, Maria Elena Scandaliato e Nicola Palma. Superata la soglia dei novant’anni, Maletti rende noti per la prima volta nomi e cognomi di mandanti ed esecutori, complici e conniventi, sfogliando le pagine più oscure di un album di ricordi che attraversa un’intera, tragica stagione della storia italiana. I sette chili di tritolo alla Banca Nazionale dell’Agricoltura in piazza Fontana, la bomba nel cestino di piazza della Loggia, i quattro colpi di pistola con cui venne freddato Mino Pecorelli, si intrecciano alle trame della Loggia P2, alla storia di Ordine Nuovo e dell’Avanguardia Nazionale. “Io so i loro nomi”, afferma Maletti in un passaggio dell’intervista. L’indagine dei tre giornalisti riapre gli archivi del generale e uno spiraglio di verità lontano dalle versioni ufficiali.