LIBRO

DIARIO CRIMINALE

LE VERITA' NASCOSTE DELLA STORIA D'ITALIA (1943-2008)

Il testo ripercorre la storia repubblicana prendendo in esame tutti gli avvenimenti – i cosiddetti “misteri d'Italia” – che hanno contraddistinto gli anni dalla caduta del fascismo al 2008. Della carneficina bresciana vi sono dei precisi riferimenti nel capitolo 8 (“La politica delle stragi”), all'interno del paragrafo titolato “Piazza della Loggia a Brescia (1974)”, nel quale vengono contestualizzate le motivazioni che – a parere di Flamini – hanno condotto a Piazza della Loggia. Dal testo – pagg.154-155) -: “La cornice in cui collocare la strage, con l'offuscata stella del Movimento di Azione Rivoluzionaria che la sovrasta meriterebbe qualche approfondimento, che però non interessa nessuno. Neanche gli inquirenti. Nel tribunale di Brescia due istruttorie parallele, pur avendo lo stesso pubblico ministero, procederanno arrancando tra sabotaggi, autocensure e scontri tra gli stessi magistrati senza mai incontrarsi. L'inchiesta sul Movimento di Fumagalli e quella sulla strage avanzeranno come due treni che viaggiano su binari incrociati e pur arrivando all'incrocio nello stesso momento miracolosamente non si scontreranno. Chiaro preludio per un fallimento, e infatti fallimento sarà. Su entrambi i fronti.”

Editore:

Autore:

Potrebbe interessarti anche...