LIBRO

TRE

UN UFFICIALE DEI SERVIZI SEGRETI RACCONTA ...

Il libro – il cui autore è stato per alcuni anni dipendente dei servizi segreti – contiene un intero capitolo – l'ottavo – che parla di avvenimenti riferibili alla vicenda-strage. Già il titolo, “L'ultima calunnia. Ma sarà veramente l'ultima?”, è esaustivo dei contenuti. Il riferimento del Pignatelli è quello alle accuse che i magistrati di Brescia hanno a lui rivolto: “per concorso non solo nella strage di Piazza della Loggia, ma addirittura in omicidio, quello ritenuto tale di Silvio Ferrari”. Entrambe le ipotesi investigative verranno a cadere nel corso dello svolgimento dell'istruttoria. Tra le pagine affiorano evidenti i sospetti dell'ex agente segreto nei confronti del capitano dei ROS Giraudo, al quale attribuisce un ruolo – nelle confessioni di Tramonte – certamente poco equilibrato. Anche i magistrati bresciani sono chiamati in causa, lamentandosi egli del fatto di non aver mai potuto – in otto anni e nonostante la dichiarata disponibilità – essere sentito dagli inquirenti, al fine di rispondere direttamente alle accuse mossegli.

Editore:

Autore:

Potrebbe interessarti anche...