QUOTIDIANO

GIORNALE DI BRESCIA

NOVE PERSONE UCCISE E N CENTINAIO FERITE

“Nove persone uccise e un centinaio ferite. Bomba in piazza Loggia. L’esplosione durante la manifestazione antifascista alle ore 10,20 – Scene di panico, di terrore di rivolta a fatica contenuta – Altre bombe al palazzo dei Sindacati ed in altri punti della città? – Morti e feriti”. Differentemente dalla prima edizione straordinaria, il quotidiano cittadino ridimensiona il numero delle vittime che da dodici riduce a nove. Comprensibilmente tali notizie inesatte sono il frutto dello sconcerto e della difficoltà nel raccogliere informazioni certamente attendibili. I caduti quella mattina furono infatti sei. In questa seconda edizione straordinaria, vi sono anche articoli che occupano interamente le successive pagine 2 e 3, nelle quali sono presentate le prime testimonianze di chi ha assistito alla strage e le reazioni politiche che esponenti dei partiti e sindacali si sono affrettati a trasmettere alla redazione. Compaiono anche le prime istantanee che i fotografi presenti sul luogo hanno potuto realizzare in contemporanea con lo svolgersi degli eventi. In un articolo titolato “Una strage premeditata”, troviamo anche reazioni che rendono bene il clima di quel giorno: “Esprimiamo il sentimento di pena che ci angoscia per le famiglie colpite. E per ora ci limitiamo a dire che così non si può andare avanti. Le autorità responsabili dell’ordine pubblico dovranno prendere provvedimenti eccezionali in una situazione locale evidentemente tutta particolare. Le autorità locali ma anche quelle nazionali”. 

Editore:

Autore:

Potrebbe interessarti anche...