QUOTIDIANO

IL MATTINO

Massacro di lavoratori a Brescia – Una bomba: sei morti e 65 feriti – L’ordigno è esploso alle 10,17 nella Piazza della Loggia durante una manifestazione indetta dalle tre Confederazioni per protestare contro il terrorismo neofascista – Scene di terrore mentre a terra giacevano corpi straziati e decine di feriti invocavano aiuto – Opera a Brescia una pericolosa centrale degli extraparlamentari di destra – Colpire uniti – Sciopero generale stamane per 4 ore – Ferma reazione dei sindacati: dalle 8 alle 12 bloccati i treni, trasporti urbani, fabbriche, poste, aerei, uffici statali, banche – Chiusi scuole, cinema e teatri – Anche i negozi chiusi un’ora – I giornali escono – Il governo proseguirà senza sosta nell’azione in difesa della libertà – Davanti al Parlamento Taviani ha detto: “Nessuno si faccia illusioni: il fascismo è morto per sempre il 25 aprile 1945! – Il “misfatto esecrando” è stato preceduto in Lombardia da una serie di crimini degli estremisti di destra – Le prove raccolte dalla polizia – Come è stato stroncato “Ordine Nuovo” – Il dibattito alla Camera e al Senato – fermo monito di Leone contro il terrorismo.

 

Editore:

Autore:

Potrebbe interessarti anche...