QUOTIDIANO

GIORNALE DI BRESCIA

TUTTI GLI ITALIANI ACCANTO AI MORTI PER UN IMPEGNO DI PACE E LIBERTA'

"Tutti gli italiani accanto ai morti per un impegno di pace e di libertà – Ai funerali dei sei concittadini uccisi in piazza della Loggia dal terrorismo fascista. Leone, Rumor, i delegati dei partiti e dei sindacati assieme a una folla imponente hanno testimoniato il dolore di un popolo e di far blocco contro i disegni eversivi. I discorsi di Castrezzati, Savoldi, Lama e Boni. Un imponente corteo di lavoratori ha seguito i sei feretri fino al Vantiniano. La visita del presidente della Repubblica ai feriti all'ospedale civile. Alcuni lievi incidenti in città dopo la cerimonia funebre – Si stringe il cerchio intorno ai dinamitardi. D'Intino compromesso, ieri nuovi arresti. Sembra che l'obiettivo dei terroristi fosse la parata militare del 2 giugno. Si cerca intanto il quarto del gruppo. Avevano impiantato una base di operazioni. Segnalati a Pescara due giovani somiglianti all'identikit degli attentatori: le ricerche senza esito – Le ore solenni nel cuore della città – Le ore solenni nel cuore della città – Tre rivoluzionari del giro nero trasferiti di notte a Brescia. Si preparava un piano eversivo nazionale".

Editore:

Autore:

Potrebbe interessarti anche...